Bresaola come servirla: tutti i modi di servire la bresaola

L’Italia è la patria dei salumi. Da nord a sud è possibile assistere a una carrellata di eccellenze gastronomiche conosciute in tutto il mondo.

La bresaola fa parte di questa grande famiglia e si contraddistingue sia per le caratteristiche organolettiche che la preparazione a cui viene sottoposta. Intanto si può affermare che, mentre gli altri salumi sono da consumare con moderazione per via del contenuto di grassi, la bresaola è magra e facilmente digeribile.

Essa, infatti, viene inclusa sempre più spesso nei menù delle diete che favoriscono la perdita di peso.

Vediamo ora di scoprire come servire la bresaola con creatività e gusto attraverso ricette che soddisfino il palato dei buongustai più esigenti che vogliono coniugare gusto e leggerezza.

Bresaola: come servirla al meglio

La bresaola, come abbiamo detto, si contraddistingue per il basso contenuto di grasso e sale.

Essa può essere considerata il salume più magro in assoluto e, per questo, si presta ad essere accostata ad una varietà di altri alimenti che non solo arricchiscono il piatto ma che ne esaltano le caratteristiche organolettiche di base.

Spesso, si serve la bresaola con olio e limone per preparare un leggero carpaccio ideale per il pranzo o la cena estivi. Ma se solo ci si sofferma un attimo a pensare, la dispensa è piena di ingredienti che possono essere aggiunti per creare un piatto unico e invitante.

Le verdure che abbiamo comprato al mercato sono già un valido abbinamento ma la bresaola non manca di stupire anche con formaggi e frutta. Creando gli accostamenti, però, è necessario attenersi ad alcune regole per non associare gusti contrastanti che creerebbero sensazioni sgradevoli al palato.

Intanto, bisogna precisare che la bresaola non è adatta alla cottura. Il salume, infatti, può arricchire il piatto ma solo se aggiunta a fine cottura. Così si possono guarnire piatti di tagliatelle al burro, pizza, crostini di pane di segale spalmati di burro.

Un altro consiglio è di non versare direttamente il succo di limone sulle fette. Sarebbe meglio preparare un’emulsione con olio evo e poi condire.

Infine, l’accostamento al vino richiede la scelta di tipologie specifiche come bianchi, rosati e spumanti piuttosto che rossi in quanto questi ultimi potrebbero coprire il gusto del salume.

Comunque, in ogni caso, dipende dalla ricetta, dal territorio e dagli abbinamenti alternativi che si vogliono realizzare.

Gli abbinamenti più popolari con la bresaola

La bresaola è uno dei salumi più conosciuti della cucina italiana e non solo. La sua gradevolezza ha contribuito a rendere popolare il suo uso nel corso del tempo. In molti menù della tradizione, ma anche in quelli più innovativi, essa è una presenza costante.

Spesso, però, ci si sofferma ad abbinamenti popolari con la bresaola senza andare a ricercare combinazioni che potrebbero esaltarne il gusto in maniera esponenziale.

Gli abbinamenti più popolari fino ad oggi sono stati:

  • Pizza con scaglie di rucola e grana. Una base di pizza margherita viene guarnita con bresaola, foglie di rucola e scaglie di grana. La combinazione è perfetta in quanto la dolcezza del salume si compensa con la sapidità del formaggio e il retrogusto amaro della verdura che dona freschezza al palato.
  • Involtini di rucola e caprino per un fresco antipasto. Le fette sottili di bresaola si spalmano di formaggio morbido caprino per preparare degli involtini accompagnati da una fresca insalata.
  • Rucola e carciofi. I carciofi vengono tagliati a sottilmente in senso trasversale e messi a marinare, per mezz’ora circa, in un’emulsione di olio e limone. Si dispongono le fette di bresaola su un piatto da portata e si ricoprono con i carciofi marinati.
  • Primi piatti o risotti a base di burro o panna vengono guarniti con filetti sottili di bresaola al naturale. Il piacevole contrasto è sempre stato gradito da chi ama la cucina regionale.
  • Piatti di pasta fredda a base di verdure grigliate o saltate ai quali si aggiunge bresaola tagliata a listarelle.
  • Mousse di bresaola e formaggio fresco frullati che si può spalmare su crostini o pane tostato.
  • Panini al burro farciti con maionese, cetriolo e fettine di bresaola.
  • Crostini di pane spalmati con formaggio fresco su cui si adagiano fette sottili di bresaola.
  • Fettine di polenta fritta con fontina fusa e fettine di bresaola per un delizioso antipasto di montagna.
  • Bresaola e frutta esotica come l’avocado.

Questi sono alcuni esempi di come la bresaola è stata usata in cucina fino ad oggi in funzione degli abbinamenti più popolari con verdure e formaggi su cui si va sul sicuro.

Ma, essendo la bresaola un salume poliedrico è consigliabile usare la fantasia per personalizzare le ricette in maniera creativa.

Formaggi da abbinare alla bresaola

Dopo aver riscoperto alcuni degli abbinamenti più popolari della bresaola sarebbe interessante capire con quali formaggi possa essere abbinata.

Al di là del caprino, del grana e della ricotta esistono formaggi che meritano l’accostamento con la bresaola fornendo un apporto gustativo da non sottovalutare.

Intanto, è bene precisare che la bresaola essendo un salume magro manca di vitamina A, vitamina D e calcio per cui risulta consigliato l’abbinamento con formaggi sia freschi che mediamente stagionati per compensare l’equilibrio nutrizionale.

Il Grana fornisce un buon apporto di nutrienti ed energia poiché 50 gr di prodotto già da solo fornisce il fabbisogno giornaliero di calcio al corpo. Inoltre, compensa il contenuto di vitamine A e D.

Per lo stesso motivo è consigliato anche l’abbinamento della bresaola con il formaggio caprino. Quest’ultimo, infatti, è ricco di ferro e calcio con un alto potere saziante. Per questo è spesso consigliato nelle diete a base di proteine insieme al salume.

Insieme, soddisfano il fabbisogno energetico oltre ad essere facilmente digeribili e assimilabili. Infine, è assicurato l’apporto di fosforo e potassio.

Il taleggio, invece, riesce bene a compensare la bresaola in quanto è ricco di sali minerali e vitamina B2 oltre che di calcio. Il suo consumo insieme alla bresaola è l’accostamento perfetto anche in primi piatti, ad esempio, il classico risotto bresaola e taleggio.

La fontina, infine, si abbina perfettamente con la bresaola in quanto contiene acidi grassi corta/media catena che non si trasformano in colesterolo nel sangue e un buon contenuto di vitamina A.

Per andare su prodotti caseari freschi è consigliato anche abbinare la bresaola alla mozzarella soprattutto quella di bufala e alla ricotta.

Bresaola e verdure: ecco qualche suggerimento

La bresaola in abbinamento alle verdure può essere considerato un grande classico su cui andare sul sicuro. In quanto alla tipologia, le più indicate sono le zucchine, i pomodori, funghi, peperoni, melanzane, spinaci e finocchi.

I sapori dell’orto si sposano bene in quanto non coprono il gusto intenso del salume ma lo mettono in risalto attraverso preparazioni semplici come antipasti freddi, finger food e piatti unici.

Ecco alcuni consigli per creare piatti di bresaola in abbinamento a verdure:

  • Involtini di zucchine grigliate farcite con bresaola a fette e formaggio fresco spalmabile.
  • Pomodorini tagliati a spicchi e formaggio primo sale tagliato a cubetti su un letto di bresaola. Il tutto condito con un filo d’olio evo e pepe nero
  • Disporre delle fettine di bresaola su un piatto e coprire con finocchi tagliati con la mandolina conditi con olio e sale, noci, mela a cubetti e dei tocchetti di pancarré tostato.
  • Pasta fredda condita con carote e zucchine tagliate a julienne e saltate, bresaola a listarelle, mais e cubetti di formaggio Feta.
  • Tramezzini di bresaola e cetriolo con salsa allo yogurt.
  • Involtini di bresaola e insalata russa preparata con carote, patate e piselli amalgamati con maionese.
  • Insalata di patate lesse e bresaola tagliata a listarelle. Il piatto si può arricchire con cipolla rossa e sedano per conferire la componente croccante.
  • Millefoglie preparata con fette di melanzane arrosto, bresaola e mozzarella.
  • Rotolo di frittata di spinaci farcita con bresaola a fette e formaggio fresco a fette.

Come abbinare la bresaola alla frutta

L’abbinamento frutta e salumi è un grande classico della cucina italiana e internazionale. L’accostamento è in parte giustificato con l’esigenza di bilanciare il gusto attraverso il contrasto delle sensazioni dolci a quelle potenzialmente sapide.

L’accostamento della bresaola con la frutta è ancora oggi gradito a chi ama il salume poiché riesce a cogliere il meglio delle sue caratteristiche organolettiche. I frutti maggiormente consigliati per realizzare questo accostamento sono frutti polposi e carnosi come i fichi.

Fichi e bresaola è l’abbinamento vincente poiché essi sono frutti ricchi di magnesio, calcio e potassio. Inoltre, insieme alla bresaola forniscono gli antiossidanti utili a prevenire l’ipertensione.

La frutta esotica come mango, ananas e avocado esaltano il gusto delicato del salume. La frutta secca, invece, come pistacchi, noci e mandorle arricchiscono i piatti a base di bresaola in quanto garantiscono croccantezza ai piatti e una nota di dolcezza alle preparazioni.

Il consiglio è di scegliere frutta di stagione nel pieno della maturazione. Frutti allo stato acerbo sono altamente sconsigliati. Da provare è l’abbinamento bresaola e melone al posto del classicissimo prosciutto e melone. Infine, melograni, arance, mele e pere sono deliziosi con la bresaola in insalata.

Vini da abbinare alla bresaola

La bresaola, quindi, è da considerare un salume abbastanza versatile da provare in abbinamento a varie tipologie di vino. Il consiglio è di accostarla a vini che non coprano il suo gusto delicato ma che lo esaltino.

Essendo, però, la bresaola un salume tipico della Valtellina si tende ad abbinarla con i prodotti tipici del territorio con cui ha in comune terroir, sentori e aromi. In zona è usanza proporre la bresaola in abbinamento allo Sfursat o Sforzato della Valtellina DOCG.

Si tratta di un vino passito secco che compensa le sensazioni gustative del salume. Lo stesso vale per il Valtellina Superiore DOCG che, nonostante sia un rosso mediamente corposo, riesce ad esaltare la ricchezza gustativa della bresaola.

In Italia, comunque, si producono molti vini fermi e spumantizzati che si abbinano bene col salume soprattutto durante la stagione estiva. Alcuni di essi si accostano alla bresaola all’ora dell’aperitivo.

Le bollicine, in genere, vanno bene con i salumi in quanto l’anidride carbonica tende a pulire il palato in attesa del boccone successivo. Per fare qualche esempio è gradevole gustarla con:

Vini bianchi come:

  • Pinot Grigio
  • Pinot Bianco
  • Passerina
  • Chardonnay
  • Trebbiano
  • Ribolla Gialla
  • Falanghina
  • Vermentino
  • Muller Thurgau
  • Riesling
  • Montonico bianco

Vini Rosati come:

  • Primitivo
  • Bardolino
  • Cerasuolo

Conclusione su come servire la bresaola

La bresaola è uno dei salumi più pregiati d’Italia, il suo consumo medio pro-capite aumenta di anno in anno grazie alla caratteristiche di leggerezza e digeribilità.

La vita sedentaria condotta da un numero elevato di persone induce a seguire diete povere di grassi ma ricche di proteine e vitamine. Per questo la bresaola è sempre consigliata come base del pasto in accompagnamento a verdure o frutta a seconda dei gusti.

Essa, è sempre più presente nello spuntino, nella pausa pranzo, all’ora dell’aperitivo e in qualunque occasione conviviale che regali piacevolezza e allegria nello stare insieme a tavola.