Paella con Salame campagnolo

Paella con Salame campagnolo

1) Iniziate preparando il brodo vegetale e quando è caldo usatene un mestolo per macerare i fili di zafferano in un bicchiere per circa un’ora. Pulite le verdure, tagliatele a tocchetti nè troppo grandi nè troppo piccoli. Ricordate di eliminare i semi contenuti nei pomodorini.

2) Saltate rapidamente le zucchine e le melanzane in una padella rovente. Lavate il pesce e tamponatelo con carta da cucina. Sgusciate i gamberetti e levate il filamento nero. Riducete a dadini il petto di pollo.

3) Versate nella paellera (una padella antiaderente normale, ma bella grande, andrà benissimo) due cucchiai di olio con lo spicchio d’aglio e lasciatevi rosolare i peperoni fino a doratura. Versate nella paellera il pollo a dadini, rosolando nello stesso condimento dei peperoni per circa 3 minuti.

4) Aggiungete i calamari ad anelli, che farete cuocere per circa 3 minuti. Unite, infine, i pomodori tagliati a dadini, le zucchine, i piselli e le melanzane. Salate leggermente e fate cuocere con un coperchio per 15 minuti.

5) Aggiungete il riso e bagnate con il brodo vegetale amalgamato allo zafferano. Mescolate delicatamente, ma il minor numero di volte possibile, con un cucchiaio largo. Lasciate cuocere per altri 10 minuti senza mescolare.

6) Quando mancano 2 minuti alla fine, aggiungete i gamberetti. Assaggiate e, eventualmente, correggete di sale e poi coprite la paellera con un foglio di carta da forno che bucherellerete per far uscire il vapore in eccesso.

7) Trasferite la paellera nel forno a 180° lasciando cuocere per altri 10 minuti. Se avete utilizzato una padella con i manici di plastica che, per ovvi motivi, non può andare in forno, trasferite la paella in una grande teglia. Una volta tolta dal forno lasciate riposare la paella, sempre coperta, per 5 minuti.

8) Trascorso questo tempo, tagliate il Salame Campagnolo a fette non troppo sottili. Dividete ogni fetta in 4 parti e distribuite qua e là sulla superficie della paella. Il calore del piatto aiuterà il Salame Campagnolo a sprigionare irresistibilmente i suoi aromi. Cospargete con un pizzico di coriandolo tritato grossolanamente e servite.

Crostone con porchetta arrosto alle erbe, ricotta e composizione di cavolfiori

Crostone con porchetta arrosto alle erbe, ricotta e composizione di cavolfiori

Per il pane

Ungere il pane con olio extra vergine di oliva e tostare in forno per qualche minuto.

Per il cavolfiore

Pulire e mondare il cavolfiore e ottenere delle piccole cimette.

Cuocere le cimette in padella con olio extra vergine di oliva, sale e pepe a fiamma alta per 8 minuti mescolando spesso.

Per la ricotta: sistemare la ricotta in una ciotola aggiungendo sale, pepe, erba cipollina e un filo di olio extra vergine di oliva. Mescolare.

Per la finitura

Spalmare la ricotta sul crostone, adagiare le fette di porchetta e finire con i cavolfiori spadellati.