Home / News /Le migliori Ricette Veloci con Prosciutto Cotto

Le migliori Ricette Veloci con Prosciutto Cotto

Il prosciutto cotto è, come suggerisce il nome, un salume cotto non insaccato e ricoperto parzialmente dalla cotenna del suino.

Questo alimento viene ricavato dalla coscia disossata dell’animale e durante la sua produzione non è dunque contemplato l’utilizzo di altre sue parti, diversamente si può trattare di spalla di maiale.

La realizzazione del prosciutto cotto, dopo la macellazione del maiale, prevede diverse fasi: ovvero la lavorazione dell’arto (disossamento, sezionatura e sgrassatura), salatura, cottura a vapore e confezione per la distribuzione all’interno dei punti vendita.

Bisogna inoltre puntualizzare che il Ministero delle Attività Produttive ha disciplinato il prosciutto cotto nelle seguenti tre tipologie:

  1. prosciutto cotto,
  2. prosciutto cotto di alta qualità e
  3. prosciutto scelto.

La differenza è principalmente caratterizzata dalla percentuale di umidità: nella prima categoria corrisponde all’81% e può essere riconosciuta dall’aspetto gelatinoso e lucido delle fette, nella seconda è inferiore al 75,5% e non è previsto l’utilizzo di polifosfati, mentre nella seconda sale a meno del 78,5% e sono presenti le proteine di latte oppure soia per trattenere l’acqua.

Il miglior salume è senza dubbio quello di alta qualità, poiché le fette si staccano alla perfezione l’una dall’altra ed è possibile distinguere senza problemi le fasce muscolari.

Ma in quali ricette può essere utilizzato il prosciutto cotto?

Scopriamolo insieme in questa guida ricca di consigli e curiosità!

Come utilizzare il prosciutto nelle ricette veloci

Data la sua spiccata versatilità, il prosciutto cotto diventa l’ingrediente perfetto per realizzare migliaia di ricette veloci adatte a ogni stagione dell’anno.

Le varie aziende produttrici, al fine di andare incontro alle differenti esigenze dei clienti, hanno messo a loro disposizione numerose versioni, basti pensare a cubetti e listarelle per arricchire insalate di pasta e riso oppure addirittura agli hamburger da cuocere alla griglia.

Inoltre, avendo poche calorie e una quantità ridotta di grassi, può essere introdotto nella maggior parte delle diete alimentari.

Se si soffre di intolleranza al glutine e/o al lattosio niente paura, in quanto esistono prodotti che ne sono totalmente privi, basta controllare sull’etichetta oppure chiedere al salumiere e il gioco è fatto.

3 Ricette con prosciutto cotto

Nelle prossime righe verranno suggerite tre ricette dove il prosciutto cotto è il protagonista incontrastato.

Si tratta di preparazioni tanto gustose quanto semplici, in quanto realizzabili con pochi semplici passaggi.

1. Mozzarella in carrozza con prosciutto cotto

La mozzarella in carrozza è una pietanza amata da grandi e piccini, perché, vuoi per il formaggio che si scioglie in bocca, vuoi per la panatura croccante, è l’emblema del comfort food.

Se si aggiunge il prosciutto cotto, non potrà fare a meno di diventare un pasto ancora più invitante, anche perché, data la sua discreta umidità, non si secca durante la frittura.

Ingredienti per quattro persone:

  • una mozzarella
  • quattro grandi fette di prosciutto cotto
  • otto fette di pan carrè
  • due uova
  • olio di semi di arachidi per friggere
  • mezzo bicchiere di latte
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di pepe
  • qualche cucchiaio di pane grattugiato oppure farina

Preparazione

  1. Rimuovere la crosta dal pan carrè e polverizzarla nel mixer per ottenere del pan grattato oppure utilizzarla per altre preparazioni.
  2. In una ciotola sbattere le uova con una presa di sale e pepe più il latte.
  3. In una ciotola a parte versare la farina e tenere da parte.
  4. Tagliare la mozzarella a fette sottili, posizionarla in un colino e farla riposare per venti minuti, in modo da eliminare il liquido in eccesso che comprometterebbe la buona riuscita della ricetta.
  5. Sistemare una fetta di mozzarella su una fetta di pane e posizionare una fetta di prosciutto cotto, facendo attenzione che nessuno dei due ingredienti superi il bordo del pane.
  6. Chiudere con una seconda fetta di pane a mo’ di sandwich e immergerlo prima nell’uovo sbattuto, poi nella farina oppure nel pangrattato, avendo cura di ricoprire l’intera superficie.
  7. Ripetere l’operazione fino a esaurire gli ingredienti.
  8. Far scaldare l’olio e fai cuocere le mozzarelle in carrozza per farle dorare su tutti i lati in modo uniforme.
  9. Scolare su carta assorbente e servire subito.

2. Uova sode gratinate con prosciutto cotto

Le uova gratinate con prosciutto cotto sono un’invitante rivisitazione delle uova sode e possono essere servite come antipasto o secondo.

Ingredienti per quattro persone:

  • nove uova
  • 50 grammi di prosciutto cotto
  • 200 ml di olio di semi
  • 40 grammi di farina
  • 40 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 20 grammi di pangrattato
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di pepe
  • tre foglie di salvia
  • una grattata di noce moscata.

Preparazione

  1. Far bollire le uova per otto minuti, iniziando a contare il tempo quando l’acqua bolle.
  2. Scolare le uova, sgusciarle e tagliarle a metà nel senso della lunghezza.
  3. Rimuovere i tuorli, collocarli in una ciotola e lavorarli con una forchetta per renderli cremosi.
  4. Tritare nel mixer la salvia insieme al prosciutto e unirli alle uova.
  5. Aggiungere la noce moscata, il sale e il pepe.
  6. Riempire con il composto le uova dimezzate e ricostruirle unendole tra loro.
  7. Prendere l’uovo restante e sbatterlo in una terrina con il pane grattugiato e il formaggio.
  8. Infarinare le uova e passarle almeno due volte nel mix di formaggio, in modo da creare una bella panatura croccante.
  9. Friggere le uova nell’olio bollente fino a farle diventare dorate, scolarle e servire.

3. Parmigiana di patate con prosciutto cotto

Chi dice che la parmigiana deve essere solo di melanzane?

Questa ricetta tutta da provare ne è la prova lampante.

Ingredienti per sei persone:

  • 200 grammi di provola dolce a dadini oppure a fette
  • 1 kg di patate
  • 150 grammi di prosciutto cotto
  • quattro cucchiai di pane grattugiato
  • quattro cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • un pizzico di sale
  • qualche rametto di rosmarino
  • 40 ml di latte intero
  • olio extra vergine di oliva

Preparazione

  1. Sbucciare le patate, lavarle sotto il getto dell’acqua corrente e tagliarle a fette sottilissime con un coltello ben affilato oppure una mandolina.
  2. Metterle in ammollo in acqua fredda per mezz’ora per eliminare l’amido, scolarle e asciugarle con un canovaccio pulito.
  3. Ungere una pirofila con un filo d’olio e spolverarla con del pane grattugiato.
  4. Disporre uno strato di patate, uno di provola, uno di prosciutto cotto, una spolverata di formaggio grattugiato e una presa di sale. Continuare così fino a esaurire gli ingredienti.
  5. Terminare l’ultimo strato con la provola, il formaggio grattugiato e qualche aghetto di rosmarino.
  6. Collocare il latte negli angoli della pirofila per facilitare la cottura e non far seccare le patate.
  7. Coprire la pirofila con un foglio di carta forno e far cuocere in forno preriscaldato a 180° C per mezz’ora.
  8. Ultimare la cottura negli ultimi cinque minuti rimuovendo la carta forno e attivando la modalità grill.

Prosciutto cotto: risposte alle domande più comuni e curiosità

In questo capitolo conclusivo vediamo insieme le risposte alle domande più ricorrenti sul prosciutto cotto e alcune curiosità.

Le donne in stato di gravidanza possono mangiare il prosciutto cotto?

Certo che sì, in quanto trattasi di un salume cotto.

Perché il prosciutto cotto è rosa?

Il prosciutto cotto è caratterizzato dalla tipica colorazione rosa a causa dell’utilizzo dei nitriti e dei nitrati.

Come scegliere un prosciutto cotto di buona qualità?

Al fine di evitare acquisti sbagliati e di scarsa qualità, si consiglia di prendere in considerazione i seguenti elementi:

  • il grasso, oltre a essere di colore bianco brillante, deve staccarsi facilmente dalla carne. Lasciare in negozio il prodotto se presenta parti grasse rinsecchite e ingiallite;
  • il profumo del prosciutto cotto deve essere intenso e avvolgente, in quanto sinonimo di freschezza;
  • se si opta per un prodotto confezionato in vaschetta, accertarsi che la suddetta sia priva di rigonfiamenti. Questa opzione si rivela la soluzione migliore per chi desidera acquistare una discreta scorta di prosciutto cotto;
  • la carne deve avere una colorazione rosa ed essere priva di venature verdastre e iridescenti, diversamente si tratta di un alimento in fase di deterioramento.

É possibile congelare il prosciutto cotto?

Sì è possibile, a patto che venga collocato all’interno di un contenitore provvisto di chiusura ermetica oppure avvolto in un foglio di alluminio.

Bisogna però sapere che, una volta fatto scongelare in frigorifero per farlo tornare morbido, perderà gran parte del suo aroma e sarà adatto solo per la preparazione di ricette che prevedono la cottura come pasta, arrosti, polpette e quant’altro.

Quanto dura il prosciutto cotto?

Se acquistato al banco salumeria, il prosciutto cotto deve essere consumato al massimo entro tre giorni, rimanendo il meno possibile a contatto con l’aria (capace di seccarlo in tempi rapidi).

Inoltre, se non si consuma interamente, rimetterlo in frigo avvolto nell’apposita carta bianca, perché è capace di prevenire l’assorbimento di odori provenienti da altri alimenti presenti all’interno dell’elettrodomestico.

In caso si opti per un salume confezionato in vaschetta, non superare mai la data di scadenza.

Cosa succede se si mangia il prosciutto cotto scaduto?

Se si mangia il prosciutto cotto scaduto, si può andare incontro a degli effetti collaterali anche gravi.

Quelli tendenzialmente innocui possono essere mal di pancia, febbre alta, nausea oppure diarrea, mentre quelli che possono addirittura portare al decesso sono causati dai microrganismi più pericolosi come muffe, funghi oppure batteri.

Per la medesima ragione, evitare assolutamente di annusare un salume con la superficie ricoperta di muffa.

mini cart