Prosciutto Cotto a Dieta: Tutte le informazioni per Dimagrire

Il ruolo degli affettati nei regimi alimentari ipocalorici è da sempre sotto la lente di ingrandimento: ma dove tutto è senza sale, senza condimento e senza brio ci si può mettere il prosciutto cotto !

Questo salume infatti è un valido alleato in una dieta sana e completa .
Una buona fetta di prosciutto cotto non ostacola certo il dimagrimento se inserita in un equilibrato bilancio di macro e micro ingredienti (e di conteggio calorie!).

Soprattutto quando la scelta ricade sui tagli più magri e su prodotti genuini e di provenienza certa. Vediamo come.

Perché il prosciutto cotto fa bene anche a
dieta?

Semplice, perché il prosciutto cotto è un alimento leggero ed è consigliato sia nelle diete sportive sia in quelle ipocaloriche.

Se privato del grasso visibile, il prosciutto cotto può essere equiparato alla carne magra, di cui rappresenta un ottimo sostituto: grazie infatti all’alto contenuto proteico risulta molto digeribile, è inoltre povero di grassi, con un bassissimo apporto di carboidrati, e niente glutine, il che lo rende idoneo anche a soggetti con allergie o intolleranze alimentari.

Il prosciutto cotto contiene poi una discreta quantità di sali minerali come
il potassio, il ferro, il calcio e il fosforo, e ha un buon contributo di vitamine del gruppo B, in particolare la B6, altra a una piccola dose di magnesio e calcio.

Unica avvertenza: è ricco di sale aggiunto, quindi di sodio, per questo va mangiato al massimo uno o due volte la settimana , soprattutto se si soffre di
ipertensione.

Come inserirlo nella propria dieta per dimagrire ? Tenendo sempre
presente che una porzione da 50 g, ovvero circa due/tre fette tagliate sottili, aggiunge al piatto in media 100-107 Kcal e può diventare la principale fonte proteica del pasto complessivo.

Il che porta a notevoli vantaggi: le proteine , infatti, aumentano il tasso
metabolico e possono contribuire al controllo del peso corporeo, favorendo il senso di sazietà, facendo diminuire l’ormone della fame, la grelina, e moltiplicando gli ormoni correlati al senso di pienezza.

Il prosciutto cotto grazie alla sua quantità di proteine viene considerato, anche fra gli sportivi, un attivatore metabolico. In altre parole, significa che questo salume dà il via, già a livello cerebrale, al consumo energetico aiutando il corpo a mettersi in moto.

Quali sono gli abbinamenti giusti per dimagrire

Ci sono però abbinamenti più riusciti di altri, che consentono di ottimizzare le proprietà dietetiche del prosciutto cotto. La regola aurea è, ovviamente, la scelta di tagli magri e di provenienza certificata, facendo attenzione a quello che dice l’etichetta e togliendo sempre la parte bianca, il grasso.

Ad ogni modo, per far sì che che un piatto a base di prosciutto cotto sia dietetico, ma saporito, la via più sicura e bilanciata è sicuramente quella di combinarlo con le
verdure di stagione, come le carote crude o cotte, o le zucchine, grigliate o tagliate sottilissime crude, magari rese ancora più invitanti da una maionese vegetale preparata con yogurt greco o latte di soia.

Senza esagerare, il prosciutto cotto può diventare un ottimo contraltare con frutta dal sapore acidulo come ananas, pompelmo, uva bianca, lamponi o pesche, basta solo stare attenti al bilanciamento degli zuccheri. Anche un gateau (light però) con patate lesse o con i funghi – che sono ricchi di proprietà nutritive, ma ipocalorici – può rappresentare una valida alternativa.

Naturalmente il prosciutto cotto va bene sia nella versione “purista” con il pane, sostituendo quello bianco con il pane nero di segnale o quello ai cereali o ai grani antichi, che fanno la differenza in fatto di calorie. Se si vuole un pasto completo, si può aggiungere pomodoro fresco a fette e insalata per renderlo appetitoso.

Per chi non rinuncia a mangiare i latticini nemmeno durante la dieta, con il prosciutto cotto si possono fare degli involtini leggeri utilizzando la ricotta o un formaggio spalmabile povero di calorie.

Infine, sempre senza esagerazioni, anche le uova sono concesse: la frittata con prosciutto cotto tagliato sottile è un secondo delizioso, basta che sia cucinata al forno!

Il prosciutto cotto in cucina: un po’ di idee

Nulla è vietato, solo gli eccessi fanno male. Il segreto in un regime alimentare
dimagrante
è non esagerare con gli insaccati, ma inserirli in maniera calibrata: nella giusta misura – le famose due volte la settimana – il prosciutto cotto rappresenta un dolcissimo “amico” del menù settimanale.

È proprio il suo gusto morbido e delicato a renderlo un perfetto contraltare in tantissime preparazioni, versatile anche negli abbinamenti. A partire dagli antipasti per passare ai primi e ai secondi, il prosciutto cotto è un ottimo “compagno” in tavola sia che venga cucinato sia che si presenti “al naturale”, ma sempre senza grasso.

Come abbiamo visto, esistono combinazioni più “giuste” dal punto di vista dell’apporto nutrizionale, che tengono sotto controllo l’apporto calorico. Un dato utile: per i fan della prima colazione “salata”, conteggio delle calorie alla mano, è molto meglio mangiare del prosciutto cotto che un cornetto alla crema.. ed è solo l’inizio!

Con le ricette giuste, questo salume si presta a molte ricette a tutto pasto – antipasti, primi e secondi – tutti all’insegna del sapore, ma con un occhio attento alle calorie. Ecco qualche idea da sperimentare in cucina.

Il prosciutto cotto, a partire dall’antipasto

Andando a riprendere il principio di base delle associazioni “dimagranti”, il prosciutto cotto può offrire molte soluzioni, come gli stuzzichini per l’ antipasto , o, perché no, per un aperitivo sfizioso (niente vino se siete a dieta, però, potete sostituire un buon bicchiere con una sana centrifuga o un’acqua tonica).

Qualche idea? Il prosciutto cotto va bene su fette di pane nero, magari accompagnato da coloratissime verdure grigliate, o arrotolato in divertenti spiedini. Per gli amanti del gusto “vero” del prosciutto, basta anche una semplice combinazione con cubetti di Parmigiano Reggiano: l’importante è sempre eliminare il grasso dalle fette!

Se siete alla ricerca di nuovi abbinamenti, vediamo una nuova ricetta tutta da provare.

Ricetta pane integrale con battuta di avocado e pomodorini, prosciutto
cotto e melograno

Ingredienti per 4 persone

  • 4 fette di pane integrale
  • 150 gr di prosciutto cotto
  • 1 avocado ben maturo
  • 1 lime
  • 1 confezione di pomodorini datterino
  • Olio
  • Sale e pepe

Procedimento

  1. Tostare le fette di pane nel tostapane oppure nel forno con la modalità grill per qualche minuto
  2. Tagliare in due l’avocado, rimuovere il nocciolo e tagliarlo a fettine. In una ciotola schiacciare l’avocado e condire con un filo d’olio, qualche goccia di lime, sale e pepe a piacere.
  3. Tagliare i pomodorini in piccoli pezzettini e aggiungerli all’avocado.
  4. Mescolare bene il tutto
  5. Spalmare la crema di avocado e pomodorini sulle fette di pane e aggiungere qualche goccia di lime
  6. Terminare con una fetta di prosciutto cotto e qualche chicco di melograno

Il prosciutto cotto: un gustoso alleato nei primi
piatti

Gli utilizzi del prosciutto cotto in cucina sono davvero tanti, grazie al suo “carattere” delicato, si associa a diversi alimenti, conferendo ai piatti, soprattutto ai primi , la sua nota saporita. Anche in un regime dietetico e ipocalorico, il prosciutto cotto si può utilizzare per rendere sfiziosi molte ricette di main dish , sempre rivisitati e corretti in chiave light.

Fra i trucchetti del mestiere, soprattutto quando si tratta di pasta, c’è quello di sceglierne una tipologia integrale, il cui gusto più ruvido si presta bene a diverse interpretazioni con il prosciutto cotto.

Anche per besciamella e formaggi come la ricotta, spesso utilizzate nelle ricette, vanno privilegiate quelle con basso apporto calorico: insomma si gioca in sottrazione calorica per moltiplicare il gusto. Prova un nuovo squisito suggerimento… sempre a regime light.

Ricetta risotto con piselli e prosciutto cotto

Ingredienti 4 persone

  • 350 gr di riso
  • 150 gr di prosciutto cotto tagliato a cubetti
  • 50 gr di piselli surgelati
  • 1 scalogno
  • Parmigiano reggiano q.b
  • 1 dado vegetale
  • Olio
  • Sale e pepe

Procedimento

  1. Iniziare a scaldare abbastanza acqua in un pentolino. Una volta arrivata a bollore, aggiungere il dado e spegnere il fuoco. Lasciare che il dado si sciolga e mescolare
  2. Tritare lo scalogno e farlo dorare in una pentola con un po’ d’olio.
  3. Aggiungere il prosciutto cotto tagliato a cubetti e i piselli. Fare cuocere a fuoco medio fino a quando i piselli si saranno ammorbiditi
  4. A questo punto aggiungere anche il riso e farlo tostare e insaporire con gli altri ingredienti
  5. Iniziare la cottura del riso aggiungendo di volta in volta il brodo. Proseguire la cottura per 18 minuti
  6. Una volta terminata la cottura spegnere il fuoco, aggiungere un po’ di parmigiano e mescolare bene
  7. Aggiustare di sale e pepe secondo il gusto

Secondi e prosciutto cotto, una combinazione
riuscita

Nella versione “ secondo piatto ”, o, perché no, piatto unico, il prosciutto
cotto – sempre sgrassato – si può cucinare in tante facili (e spesso veloci) ricette.

Si può provare in combinata con gli spinaci e la mozzarella, un grande classico, o con verdure fresche, sfruttando sempre l’idea degli spiedini, belli e invitanti anche da vedere…perché nella dieta l’occhio vuole la sua parte.

Fra i suggerimenti “dimagranti” non vanno dimenticati gli sformati, da preparare utilizzando patate lessate, prosciutto cotto e formaggio per gratinare: ricchi di sapore ma con un apporto calorico sotto controllo.

Insomma, via libera alla fantasia! Tutti pronti ai fornelli per questa versione inedita?

Ricetta spiedini di involtini di zucchine e prosciutto cotto, melanzane e
scamorza

Ingredienti per 4 persone (otto spiedini)

    • 2 zucchine medie
    • 1 melanzana
    • 150 gr di prosciutto cotto tagliato sottile
    • 1 scamorza
    • Olio
    • 1 lime
    • Sale e pepe

    Procedimento

    1. Scaldare il forno a 180°
    2. Lavare e tagliare le zucchine a listarelle e le melanzane a cubetti. Disporle su di una teglia con della carta da forno e cuocerle in forno con la funzione grill per dieci minuti.
    3. Tagliare le fette di prosciutto cotto della stessa larghezza delle zucchine. Disporle sopra di essere e arrotolare.
    4. Tagliare la scamorza a cubetti e infilzarla per prima nello spiedino. Seguire alternando un cubetto di melanzana con un rotolo di zucchina e prosciutto. Terminare con un altro cubetto di scamorza.
    5. Seguire lo stesso procedimento per gli altri spiedini.
    6. Adagiarli su della carta da forno, condirli con un filo d’olio e ripassarli al forno per qualche minuto in modo tale che la scamorza si sciolga e le verdure si dorino.
    7. Impiattare e terminare con qualche goccia di lime. Salare e pepare a piacere.

    Conclusione sul prosciutto cotto a dieta

    Il prosciutto cotto piace a grandi e piccini ed è uno sfizioso alleato nei
    regimi alimentari ipocalorici, per dimagrire senza dimenticare il sapore o senza far diventare la dieta noiosa!

    Scegliendo poi un prosciutto cotto di buona qualità, ci si assicura un prodotto sano, ideale anche per chi deve tenere sotto controllo le calorie, ricco di vitamine, proteine e ferro.

    L’importante, come in tutte le cose, è mai esagerare.