Home / News /Barrette proteiche: quando mangiarle e perché

Barrette proteiche: quando mangiarle e perché

Tra i macronutrienti essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo, le proteine ​​svolgono un ruolo cruciale, mirato a dare supporto strutturale al corpo.

Le proteine ​​​​si trovano in numerose fonti animali e vegetali, tra cui ad esempio uova, carne, pesce, lenticchie e noci.

Dal momento che la dieta quotidiana che caratterizza in media lo stile di vita contemporaneo non sempre permette di ingerire il livello ideale di proteine, sempre più persone fanno affidamento agli integratori proteici per ottenere la quantità giornaliera raccomandata.

In tal senso la barretta proteica rappresenta un’opzione molto popolare, che permette di apportare numerosi benefici nella dieta degli sportivi e non solo.

Tra le ragioni che spiegano il successo di questo snack salutare spiccano la praticità e la velocità di consumo: tanti apprezzano queste barrette in quanto costituiscono un modo rapido per includere proteine e altri nutrienti importanti anche durante una giornata frenetica.

Dal momento che ci sono svariate barrette proteiche sul mercato, è importante comprendere le moltissime differenze tra le varie alternative.

All’interno di questo approfondimento vedremo perché e quando mangiare le barrette proteiche durante il giorno per fare il pieno di energia e come ottenere i massimi benefici dalla scelta della barretta giusta in base all’uso.

Cosa sono le Barrette Proteiche

Le proteine da fonti animali e vegetali come la carne, il pesce e i legumi sono indispensabili per un buon funzionamento dell’organismo, soprattutto per la ricostruzione del tessuto muscolare dopo l’attività sportiva.

Tuttavia, non sempre è possibile consumare pasti ad alto contenuto proteico, specialmente se ci si trova fuori casa.

In tal senso le barrette proteiche offrono la soluzione ideale, poiché sono pensate per garantire una comoda assunzione dei macronutrienti, fornendo energia ed elementi preziosi per il corpo in un pratico formato.

Dal cioccolato fino ai frutti di bosco: le barrette proteiche sono disponibili in moltissimi gusti, con una composizione dal punto di vista del profilo nutrizionale altrettanto variegata tra le diverse alternative.

Composizione delle Barrette Proteiche

La versione più semplice e meno raffinata di barretta proteica, che può essere realizzata anche in casa, contiene:

  • datteri;
  • frutta secca;
  • noci;
  • semi;
  • cereali integrali (come avena o quinoa).

Tra quelle che si acquistano al supermercato oppure presso i negozi specializzati vi sono formulazioni molto più specifiche, che utilizzano ingredienti difficili da reperire o lavorare a casa.

Oltre alle importanti quantità di proteine ​​e carboidrati, molte barrette vengono arricchite di micronutrienti fondamentali per l’organismo, tra cui calcio, vitamine del gruppo B, potassio e ferro.

Tuttavia, è importante prestare molta attenzione alla composizione degli ingredienti, leggendo con cura l’etichetta: alcune barrette proteiche presentano elevate quantità di zucchero e utilizzano dolcificanti poco salutari.

In linea generale, le barrette proteiche apportano dalle 150 fino alle 400 calorie, quindi è ancor più importante leggere attentamente l’etichetta.

Ciò consente anche di isolare le fonti di proteine, che spaziano dallo yogurt in polvere fino agli albumi, dalla soia fino ai piselli e persino al riso integrale

Sono sempre più numerose le barrette che attingono a fonti proteiche concentrate, come il siero del latte, per venire incontro alle esigenze degli sportivi.

A differenza delle polveri proteiche con le quali realizzare i frullati, non richiedono misurazione e ulteriore preparazione.

Infine, è importante notare che esiste una grande differenza tra barrette proteiche e barrette sostitutive dei pasti: queste ultime presentano elevate quantità di proteine, ma anche di fibre, vitamine e minerali essenziali.

Questi elementi promuovono una sensazione di sazietà più a lungo e contribuiscono a un’alimentazione equilibrata. Tuttavia, vantano un apporto calorico più elevato e non possono essere consumate come spuntini, proprio perché sono progettate per sostituire in tutto e per tutto il pasto.

Perché mangiare le Barrette Proteiche durante la giornata?

Anche se le barrette proteiche non riescono a fornire all’organismo tutti i nutrienti e gli antiossidanti che si trovano invece nella frutta e nella verdura fresca e nei cereali integrali, costituiscono comunque un valido alleato per ridurre la fame e allontanare le tentazioni tra i pasti.

Sul mercato esistono barrette di tutti i gusti: si tratta di un aspetto tutt’altro che secondario, perché spesso le barrette proteiche possono soddisfare la voglia di dolce che proviene dagli impulsi del cervello, ma senza fornire grassi e zuccheri in eccesso.

Dal cioccolato agli arachidi, fino ai gusti più creativi: è importante consumare le barrette proteiche in tutte quelle occasioni in cui si rende necessario soddisfare delle voglie golose.

In questo modo si riescono a evitare picchi glicemici nel sangue e successivi crolli, che deriverebbero dall’assunzione di snack ad alto contenuto di zuccheri.

Quando si vuole restare in forma e si pianificano gli spuntini da consumare tra un pasto e l’altro è cruciale evitare tutti i cibi che provocano picchi glicemici, poiché l’organismo converte lo zucchero presente nel sangue in eccesso in grasso.

In tal senso le barrette proteiche si rivelano indispensabili per una dieta equilibrata e al tempo stesso gustosa.

Per quanto riguarda la tipologia di barretta, meglio puntare su prodotti che vantano almeno 10-12 grammi di proteine ​​e una buona percentuale di carboidrati complessi e fibre.

Quando è meglio mangiare le Barrette Proteiche?

Nell’ottica di fornire all’organismo i nutrienti necessari in vista di una sessione di allenamento ad alta intensità, è consigliabile consumare una barretta ad alto contenuto proteico prima dell’esercizio.

In questo modo il corpo riesce ad attingere a una fonte di energia costante durante l’attività fisica e si possono prevenire i temuti cali di zucchero.

Una barretta proteica può offrire benefici anche dopo l’allenamento, in virtù della presenza di elementi preziosi come gli aminoacidi, che aiutano il corpo a ricostruire del nuovo tessuto muscolare, sanando al tempo stesso le minuscole lacerazioni che si producono durante l’allenamento proprio a livello dei muscoli.

Essendo comode da consumare e spesso molto gustose, le barrette proteiche rappresentano anche spuntini appetitosi. Tuttavia, se si decide di mangiare una barretta come snack è fondamentale approfondire il profilo nutrizionale del prodotto.

Una barretta da circa 150 calorie può andare bene come spuntino, a patto di vantare nutrienti preziosi per il corpo, mentre una da circa 300 calorie è ideale come sostituto di un pasto veloce.

A seconda del momento della giornata, del contenuto della barretta e dell’apporto calorico ottimale è possibile trovare una barretta che unisce preferenze di gusto ed esigenze di nutrizione.

Barrette proteiche: un alleato alla nutrizione nei momenti importanti

In conclusione dell’approfondimento è importante notare che non si trae beneficio da tutte le barrette proteiche in maniera indiscriminata, bensì da quelle che contengono i nutrienti e gli ingredienti giusti in base alle esigenze specifiche.

Ad esempio, consumare barrette sostitutive dei pasti che vantano un elevato apporto calorico come spuntino può determinare un aumento di peso.

Allo stesso modo, le barrette proteiche che presentano quantità importanti di zucchero, grassi e sodio possono compromettere un eventuale percorso di dimagrimento.

è importante dunque puntare su barrette proteiche che contengono una quantità limitata di sodio e zuccheri aggiunti, tra cui ad esempio saccarosio, miele e sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.

Grazie all’evoluzione del settore, ogni barretta proteica si distingue per la presenza di ingredienti particolari e per un profilo nutrizionale unico.

Per questo motivo è fondamentale scegliere un’opzione in linea con le proprie esigenze. In questo modo è possibile contare su un prodotto che fornisce nutrimento in diversi momenti della giornata e aiuta a bilanciare i livelli di energia prima e dopo l’attività fisica.

mini cart