Home / News /Come utilizzare Prosciutto Crudo Avanzato? Le Migliori Ricette

Come utilizzare Prosciutto Crudo Avanzato? Le Migliori Ricette

A tutti capita di acquistare delle porzioni di cibo più abbondanti, specialmente quando ci sono ospiti. L’usanza è mangiare ciò che è avanzato nei giorni seguenti ma potrebbe risultare noioso.

Il consiglio è riutilizzare gli ingredienti per la preparazione di piatti gustosi e divertenti. Se ad avanzare è il prosciutto crudo, nulla da temere perché questo salume si presta benissimo in qualsiasi ricetta!

Il ricettario da cui carpire idee è ricco di primi, secondi, sfizi e quant’altro, sia per adulti che per bambini. Scopriremo quindi come preparare il prosciutto crudo per piatti semplici e sbrigativi ma anche quelli elaborati per fare bella figura senza spendere troppo.

La scelta del prosciutto crudo è personale: c’è chi preferisce quello morbidissimo che si sfilaccia e chi opta per un prosciutto più salato e stagionato. Entrambi possono comunque essere utilizzati per le medesime ricette.

Come utilizzare il prosciutto crudo

Il prosciutto crudo ha una grande tradizione in Italia, con il vantaggio di poter essere usato in svariati modi: con le fette sottili è possibile fare uno strato per torte salate, pasta al forno, pizze e altri tipi di rustici.

Le stesse fette possono però essere anche tagliate a strisce o a pezzetti grossolani da inserire all’interno di pasta fredda, riso, ricette salate e quant’altro.

Qualora invece il prosciutto crudo sia stato acquistato a fette molto grandi è ideale tagliarlo a cubetti e usarlo proprio come si fa con lo speck o con la pancetta.

Ma non è finita qui perché è ottimale anche in rotoli di frittata, involtini con insalata e ricotta, roselline salate e molto altro ancora.

Un ultimo utilizzo che in pochi conoscono è questo: approfittando della consistenza morbida del prosciutto crudo, basterà tritarlo in pezzetti piccolissimi per poter ottenere un perfetto ripieno per cannelloni, empanadas, triangoli rustici, cornetti salati, magari associando ricotta o altri formaggi cremosi.

E che dire del classico binomio prosciutto crudo e melone? L’antipasto per eccellenza degli anni ’80 è ancora utilizzato da moltissime famiglie per la sua freschezza e leggerezza che lo rendono un piatto estivo perfetto.

Insomma, c’è spazio per la creatività in cucina, specialmente con il prosciutto crudo!

La versatilità del prosciutto crudo

Buono da mangiare su una bruschetta con pomodorini e formaggio a scaglie, così come in assoluto con dell’olio extravergine di oliva insieme ad altri salumi stagionati.

Il prosciutto crudo però sta bene in qualsiasi versione, perfino per la preparazione di piatti al forno o di gustosi salati da proporre come antipasto o snack.

Il suo ruolo in cucina non va mai sottovalutato ed ecco il motivo per cui vedremo ricette diverse tra loro, accomunate dall’estrema bontà.

Torta salata con prosciutto crudo

La torta salata è sempre una buona idea, è possibile prepararla in anticipo in modo da avere la cena già pronta oppure può fungere da fantastico stuzzichino da provare con gli amici.

Prepararla è semplice, basteranno:

  • mezzo chilo di farina 00,
  • 25 g di lievito di birra,
  • mezzo cucchiaino di zucchero,
  • sale e acqua qb.

Per il ripieno invece il nostro consiglio e aggiungere:

  • 200 gr di prosciutto crudo,
  • una mozzarella o fiordilatte,
  • 120 g di formaggio filante,
  • un cucchiaio di olio,
  • sale pepe in grani.

C’è però ampio spazio di personalizzazione, a partire dai formaggi utilizzati fino alle spezie, le torte salate sono meravigliose proprio per la possibilità di variare la ricetta originale e renderla coerente con i propri gusti.

Preparazione:

  1. Cominciare a impastare versando 2 cucchiai di farina in una ciotola.
  2. Far sciogliere il lievito e zucchero in un po’ d’acqua tiepida. Ciò permetterà al lievito di attivarsi e far gonfiare l’impasto, quest’ultimo andrà lavorato fino a ottenere una consistenza liscia e omogenea.
  3. Va lasciato poi riposare per circa un’ora a temperatura ambiente e con uno strato di pellicola in modo da non asciugare la superficie.
  4. Dopo un’ora versarlo in una spianatoia e aggiungere la restante dose della farina, creare una fontana e adagiare al centro il piccolo impasto con un pizzico di sale intorno. A questo punto bisognerà lavorare di mano, aggiungendo dell’altra acqua tiepida fino a quando non si otterrà un altro impasto liscio e compatto.
  5. Dopo aver formato una palla, adagiarla in una ciotola oleata, coprire con della pellicola e lasciare raddoppiare in un ambiente tiepido e al riparo.
  6. Quando la lievitazione sarà ultimata, accendere il forno a 180° e stendere la pasta creando due strati rotondi di cui uno leggermente più grande.
  7. Utilizzare un tegame antiaderente da 24 cm, stendere un primo strato, ricoprendo anche i lati.
  8. Disporre poi le fette di formaggio filante fino a ricoprire tutta la base, il prosciutto crudo, la mozzarella o il fiordilatte e spolverare poi con del pepe o qualsiasi altra spezia di gradimento.
  9. Infine ricoprire con la restante pasta, punzecchiando i bordi con una forchetta in modo da compattarli.
  10. Per rendere più carina la torta è possibile punzecchiare la superficie con la forchetta e versare dell’olio extravergine di oliva prima di infornarla per 25-30 minuti.

Per velocizzare ancora di più queste ricette è possibile utilizzare una pasta già pronta che può essere di sfoglia, brisèe o frolla salata e cambiando qualche condimento ad esempio: aggiungendo dei funghi trifolati oppure delle patate. Insomma le varianti sono innumerevoli e in questo caso l’unico limite è la fantasia.

La torta salata è buona anche fredda il giorno dopo, risultando un piatto salvavita per tutti coloro che lavorano e non hanno troppo tempo da passare dietro ai fornelli.

Saltimbocca alla romana

I saltimbocca alla romana fanno parte della tradizione della cucina laziale e, anche se sono meno conosciuti rispetto alla carbonara, all’amatriciana e alla gricia, meritano tutto il rispetto perché sono un piatto saporito che conquisterà grandi e piccini.

Gli ingredienti necessari sono:

  • quattro fettine di vitello magro,
  • quattro fette di prosciutto crudo tagliate sottili,
  • un cucchiaio di olio extravergine di oliva,
  • un cucchiaio di acqua,
  • 2 cucchiai di farina 00,
  • mezzo bicchiere di vino bianco,
  • 4 fogli di salvia,
  • un cucchiaio abbondante di burro.

Preparazione:

  1. Separare le quattro fette di vitello e poggiarle su una superficie piana,
  2. Togliere il grasso e i nervi fino a ottenere delle fette magre e lisce. Qualora la carne presentasse alcune aree più massicce sarà possibile utilizzare un batticarne in modo da renderla uniforme e sottile.
  3. Al centro di ogni fettina di carne verrà posta una fetta di prosciutto crudo, una foglia di salvia e uno stuzzicadenti a fermare il tutto.
  4. In una padella mischiare burro e olio, farli riscaldare e adagiare le fette di carne infarinate da un solo lato, farle cuocere a temperatura alta fino a quando le fette non saranno dorate.
  5. A questo punto lasciare sfumare del vino bianco, coprire con il coperchio e cuocere per un altro minuto.
  6. Sulle fettine non andrà messo il sale in quanto il prosciutto crudo rilascerà già di per sé una buona sapidità.
  7. Togliere le fette di carne dalla padella e aggiungere un tocchetto di burro e dell’acqua al sughetto in modo da farlo restringere e ottenere una cremina densa che verrà utilizzata come salsa di accompagnamento.

Questo secondo gustoso sarà una leccornia per bambini e adulti, oltre ad essere davvero veloce da preparare!

Spaghetti con crema di zucchine e prosciutto crudo

Gli spaghetti con crema di zucchine sono un piatto molto semplice da preparare, particolarmente azzeccato in quanto la dolcezza dell’ortaggio crea un ottimo contrasto con il salato del prosciutto crudo.

Per prepararlo è necessario avere:

  • 400 g di spaghetti,
  • 150 g di prosciutto crudo,
  • una cipolla o scalogno,
  • un cucchiaio di burro,
  • due zucchine,
  • 30 g di scaglie di parmigiano,
  • sale e pepe qb.

Preparazione:

  1. Tagliare a strisce le fette di prosciutto crudo e affettare le zucchine a rondelle.
  2. In una padella far tostare il prosciutto crudo e metterlo da parte, subito dopo affettare la cipolla a strisce molto sottili, facendole dorare in una padella con il burro.
  3. Aggiungere le zucchine e cuocere a fuoco lento fino a quando non si saranno ammorbidite, a questo punto sarà possibile frullarle con un mixer.
  4. In una pentola a parte cuocere gli spaghetti e scolarli quando la cottura è al dente.
  5. Infine versare nella padella con la crema di zucchine, aggiungere il formaggio, il pepe e le striscioline di prosciutto crudo croccanti.

Un’alternativa alle zucchine è usare quelle gialle per un risultato inusuale e particolare. Per chi non ama le zucchine è possibile sostituirle con pomodori, melanzane o qualsiasi altro ortaggio, basta che sia facilmente frullabile così da ottenere una consistenza densa e cremosa.

Sarà proprio quest’ultima a creare uno splendido contrasto con la croccantezza del prosciutto. Servire con del vino bianco per finalizzare il piatto con quel tocco in più capace di fare la differenza.

Conclusione sul prosciutto crudo avanzato

In qualsiasi versione il prosciutto crudo rapirà le papille gustative: che sia fresco e dolce o cotto e croccante, l’importante è riuscire a fare i giusti abbinamenti in modo da preservare la qualità e la consistenza del prosciutto crudo, creando un piatto perfettamente bilanciato.

L’unica accortezza è nel tenere sempre il prosciutto in frigo, onde evitare che la consistenza e il profumo cambino. Le parti grasse devono sempre apparire bianchissime e mai giallognole o unte, segno che è passato troppo tempo.

Il ricettario che utilizza il prosciutto crudo è infinitamente lungo, questo perché trattasi di un ingrediente magico nella cucina italiana e non solo. Il consiglio è quello di lasciarsi guidare dal proprio sesto senso, osare con gli abbinamenti in cucina e riuscire a confezionare delle ricette che siano personali e del tutto coerenti con i gusti della famiglia.

L’importante è: scegliere sempre un prosciutto crudo di alta qualità, non lasciare che sosti troppo nel frigorifero (o fuori) e abbinarlo sempre a ingredienti dolciastri così da lasciare una gradevolezza equilibrata al palato.

mini cart