Home / News /Composizione e Calorie delle Barrette Proteiche

Composizione e Calorie delle Barrette Proteiche

Le barrette proteiche sono integratori a base di proteine e la loro assunzione è indicata per far fronte alle richieste e necessità del corpo umano.

Sono pratiche perché generalmente confezionate in buste monoporzione, potendo essere consumate a casa, al lavoro o al termine di un allenamento sportivo in palestra o all’aria aperta.

Il mercato propone un’infinità di barrette proteiche e ciascuna di esse si contraddistingue per ingredienti diversi in grado di andare incontro alle necessità ed ai gusti di tutti i potenziali consumatori.

Vediamo dunque, più da vicino, che cosa sono le barrette proteiche, come sono fatte, quante calorie contengono e quali sono i loro valori nutrizionali.

Cerchiamo infine di capire come scegliere la migliore barretta proteica in relazione alle proprie esigenze.

Che cosa sono le barrette proteiche?

Le barrette proteiche sono integratori alimentari dall’elevato valore biologico. Sono spesso arricchite con aminoacidi liberi ramificati, sali minerali e vitamine specie del gruppo B.

Le barrette proteiche, come precedentemente accennato, possono essere assunte in diverse circostanze.

In primis, sono un’ottima alternativa al pasto post allenamento perché contrastano in modo efficace il catabolismo muscolare, avviano il recupero delle riserve energetiche al termine della prestazione sportiva e distribuiscono la quota peptidica nell’arco della giornata.

I peptidi, maggiormente impiegati nella realizzazione delle barrette proteiche, comprendono proteine del siero a rapido assorbimento e proteine caseine a lento assorbimento.

La combinazione tra queste due tipologie di proteine garantisce una rapida e duratura perfusione di aminoacidi nel sangue.

Le barrette proteiche non devono però essere, per forza, assunte solo ed esclusivamente al termine della pratica sportiva.

Si possono infatti consumare anche tra un pasto e l’altro o nelle ore che precedono l’allenamento. In linea generale, è bene seguire le istruzioni riportate sulla confezione e non superare le dosi indicate.

Indicativamente, si consiglia di mangiare 1 sola barretta nell’arco della giornata. è, inoltre, bene consumarla lontano dai pasti e non come sostituto di uno di essi.

A scopo precauzionale, si invitano gli utilizzatori a non assumere barrette proteiche per un periodo di tempo eccessivamente lungo perché le stesse non sono esenti da possibili effetti indesiderati.

Se si ingeriscono più proteine del dovuto, il soggetto può andare incontro ad un’alterazione del bilancio nutrizionale complessivo.

Eccessi proteici non devono, dunque, essere sottovalutati perché possono condurre ad un affaticamento renale ed epatico.

Come sono fatte le barrette proteiche?

Parlando di barrette proteiche, è indispensabile fare una chiara distinzione tra barrette proteiche con tipologie e quantità differenti di carboidrati e barrette proteiche a scarso tenore di carboidrati.

Barrette proteiche con tipologie e quantità diverse di carboidrati

Sono solitamente assunte come spuntino a metà mattina o pomeriggio e devono essere, inoltre, consumate con attenzione da chi segue una dieta ipocalorica per la perdita di peso perché contengono pur sempre carboidrati.

Barrette proteiche a scarso tenore di carboidrati

Sono realizzate con alti tenori di proteine ed arricchite con grassi al fine di favorire un maggiore senso di sazietà mediante il rilascio di un ormone gastrointestinale meglio noto come colecistochinina.

Possono, infine, considerarsi il sostituto di un solo pasto quotidiano qualora la loro assunzione sia strettamente correlata alla volontà del consumatore di perdere peso.

Tipologie di Barrette Proteiche

Il mercato propone un’ampia varietà di barrette proteiche in modo tale da rispondere alle necessità di tutti i potenziali consumatori. Si può dunque scegliere tra i seguenti prodotti:

  • Barrette proteiche senza glutine da assumersi in caso di intolleranza a tale proteina apportando comunque al corpo il corretto tenore di tali nutrienti;
  • Barrette proteiche senza lattosio indicate in presenza di intolleranza alimentare a tale macronutriente;
  • Barrette proteiche alla soia da assumersi per coprire il corretto fabbisogno proteico e perdere peso, ma che non possono essere consumate in gravidanza;
  • Barrette proteiche con aminoacidi da consumare per fornire al corpo il corretto apporto di aminoacidi essenziali non sintetizzabili, per vie naturali, dall’organismo;
  • Barrette proteiche con creatina da assumersi quando si praticano sport al fine di favorire l’aumento della massa muscolare e della resistenza dei muscoli.

Quando si parla di barrette proteiche, un aspetto spesso trascurato riguarda la qualità degli ingredienti impiegati nella loro formulazione.

Alcune barrette possono infatti presentare tra i loro ingredienti i cosiddetti grassi vegetali che, seppure non idrogenati, sono di scarsa qualità perché derivano nella maggior parte dei casi da oli tropicali.

Tra i componenti delle barrette non possono, inoltre, mancare all’appello gli zuccheri semplici come lo sciroppo di glucosio e fruttosio.

Gli zuccheri risultano essere fondamentali per fornire alla barretta un gusto che la renda il più simile possibile agli snack tradizionali.

Le barrette proteiche possono certamente essere acquistate, già pronte per il consumo, in diversi punti vendita, ma nulla vieta di prepararle in casa in modo tale da realizzare dei prodotti genuini con ingredienti di prima qualità e senza grassi, zuccheri e conservanti.

Le ricette sono davvero tante ed ogni barretta è pronta a soddisfare anche i palati più esigenti con un mix di cacao, datteri e semi di canapa o, in alternativa, con avena, cacao amaro ed arancia.

Ognuno può quindi preparare le barrette che più preferisce, ricordandosi però di usare solo ed esclusivamente proteine di prima qualità.

Valori nutrizionali e calorie delle barrette proteiche

Quando si parla di barrette proteiche, è indispensabile concentrarsi sulle loro proprietà nutrizionali ed in particolare sul loro contenuto in proteine.

Questo genere di prodotti contiene, nella maggior parte dei casi, una frazione proteica intorno al 35-40%: percentuali superiori di proteine possono, infatti, compromettere la consistenza, il gusto e l’omogeneità della barretta.

Non è, inoltre, possibile dire con estrema precisione quante calorie ci siano in una barretta.

I valori nutrizionali dipendono certamente dalla tipologia di barretta prescelta.

Una barretta al pistacchio e cioccolato contiene, per esempio, 344 kcal ogni 100 gr di prodotto, 8,4 gr di proteine, 32 gr di carboidrati e 10 gr di grassi.

I numeri indicati variano però, come si può facilmente desumere, in rapporto agli ingredienti.

Chi assume le barrette proteiche per dimagrire deve preferibilmente scegliere un prodotto che contenga meno di 400 calorie.

Le cose sono diverse se l’obiettivo dell’utilizzatore è di incrementare la propria massa muscolare perché, in questo caso, si può tranquillamente optare per una barretta da 400 calorie.

Conclusioni

Le barrette proteiche sono integratori alimentari volti ad apportare all’organismo un corretto tenore di proteine.

Possono essere assunte nelle fasi che precedono o seguono un allenamento sportivo e le si possono, inoltre, consumare come spuntino a metà mattina o pomeriggio.

Il mercato propone diverse tipologie di barrette proteiche in modo tale da soddisfare gusti e necessità dei possibili consumatori, ma è sempre bene consumare questo genere di prodotto facendo molta attenzione perché eccessi proteici possono dare origine ad affaticamento renale ed epatico.

In fase d’acquisto è, inoltre, fondamentale dare un’occhiata all’apporto calorico della barretta.

Prodotti che contengono circa 400 calorie non sono, infatti, propriamente indicati durante una dieta dimagrante, mentre rappresentano la soluzione perfetta qualora l’obiettivo è quello di aumentare la propria massa muscolare.

Le barrette in vendita sono spesso arricchite di zuccheri e grassi non propriamente salutari e, per questa ragione, può essere consigliabile prepararle personalmente a casa propria in modo tale da impiegare solo ed esclusivamente ingredienti di prima qualità.

mini cart